Combinazioni Festival: inizia il percorso verso il FNEC 2020

Un incontro tra artisti e scienziati, giornalisti e attori, professori e musicisti, progettisti e testimoni.
Un’occasione per scambiare idee, esperienze e culture.
Un momento di dialogo su un unico grande tema.

Nato nel 2015 a Montebelluna, CombinAzioni Festival ogni anno affronta un grande tema con l’obiettivo di riunire e far dialogare le persone combinando linguaggi e punti di vista, arricchire e far crescere la comunità attraverso il confronto e il coinvolgimento.

Voci dalla terra è il titolo scelto per questa quinta edizione: voci che parlano di noi e della nostra casa comune, del rapporto tra l’Uomo e la Terra.

Nell’autunno 2018 le montagne del Triveneto venivano devastate da Vaia, tempesta che ha cambiato la fisionomia di molti paesaggi e la vita di tante persone. Dallo shock che ha prodotto anche in chi non l’ha vissuta direttamente e dall’urgenza di assumere una consapevolezza sulla crisi climatica in corso, è nata l’esigenza di dedicare l’edizione 2019 di Combinazioni Festival al grande tema ambientale, alla tutela del nostro pianeta, allo sviluppo di modelli di economia civile che tornino a mettere al centro delle azioni di imprese e amministrazioni la cura delle comunità, fatta di persone e luoghi.

La collaborazione del Festival Nazionale dell’Economia Civile con questo piccolo grande Festival nasce dalla condivisione di “pensieri e azioni” che ritroviamo ampiamente nell’impostazione dei lavori e nel programma: l’importanza di parlare ai giovani attraverso i linguaggi più comuni e utilizzati, la voglia e l’impegno di cambiare dal basso le comunità in cui viviamo, l’avere come modello di sviluppo quello dell’economia civile e della sostenibilità.

Il programma di Combinazioni Festival si sviluppa in cinque percorsi tematici, attraverso cui compiere un viaggio di eventi dalle ferite del pianeta a possibili nuovi equilibri socio-ambientali da lasciare in eredità alle future generazioni:

  • la cultura dello scarto e la proposta di stili di vita più in armonia con la natura;
  • l’urgenza di dibattiti non ipocriti sui cambiamenti climatici;
  • la riscoperta di un legame spirituale con la natura e la tutela della biodiversità;
  • la ricerca di nuovi modelli di sviluppo economico;
  • la profonda relazione tra le disuguaglianze e la fragilità del pianeta.

Sabato 14 settembre sarà ospite a Montebelluna anche Rifò, la startup vincitrice della prima edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile che si è svolto a Firenze dal 29 al 31 marzo scorso. Assieme a Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e a Acque Risorgive, il consorzio di bonifica veneziano vincitore del Premio #RF2018 per il miglior progetto di riqualificazione fluviale e vincitore del Premio Sviluppo Sostenibile 2018, presenteranno opportunità e possibilità di crescita che un approccio di economia civile può portare nelle comunità locali.

CombinAzioni Festival vuole risvegliare la consapevolezza delle persone e agire parte di quel cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.
Per altre informazioni e il programma completo.

L’associazione Levi Alumni

Il Festival è ideato e progettato da Levi Alumni, associazione che riunisce gli ex-studenti del Liceo Levi di Montebelluna, guidati dall’idea di mantenere vivi i legami tra le vecchie e nuove generazioni di alunni e insegnanti e di diffondere il patrimonio culturale dei licei.

L’associazione organizza attività di orientamento universitario per gli studenti delle scuole superiori e propone occasioni di riflessione e coinvolgimento culturale per tutta la comunità.
Lo scorso anno insieme a NeXt ha realizzato i laboratori Prepararsi al Futuro presso il Liceo Angela Veronese di Montebelluna, risultato poi tra i vincitori tra i progetti presentati dalle scuole superiori di tutta Italia per il bando scuole del Festival Nazionale dell’Economia Civile.

Condividi su